Home arrow Notizie arrow Ultime arrow Libri e SocietÓ - L'Orda  
martedý 21 novembre 2017
Firma il Guestbook
Benvenuti
benvenuti2 bienvenue2 welcome2 willkommen2 bienvenidos2
Menu principale
Home
L'Autore del Portale
Lo Staff Campanaelefante
Collabora anche tu
Contattaci
Guestbook
Avvisi agli utenti
Collegamenti web
Fotogallery
Videogallery
Cerca
Download
Utenti Online

Visitor Stats
Libri e SocietÓ - L'Orda Stampa E-mail
Scritto da Petrungaro   

Campana, 23 Settembre 2007 - Care amiche e amici, voglio presentarvi un libro che fra i tanti temi della nostra contemporaneità è quello dell'immigrazione. Senza dubbio uno dei temi più scottanti. La globalizzazione dell'economia e lo sviluppo delle comunicazioni e dei trasporti hanno consentito migrazioni di popolazioni così consistenti, quali mai si erano verificate nella storia dell'uomo. Vi presento il libro di Gian Antonio Stella, inviato ed editorialista del "Corriere della Sera", che ha scritto vari libri di successo.

L'Orda - Quando gli Albanesi eravamo noi 

Quando gli "Albanesi" eravamo noi, espatriavamo illegalmente a centinaia di migliaia, ci linciavano come ladri di posti di lavoro, ci accusavano di essere tutti mafiosi e criminali. Quando gli "Albanesi" eravamo noi, vendevamo i nostri bambini ai girovaghi, gestivamo la tratta delle bianche, seminavamo il terrore anarchico ammazzando capi di stato e poveri passanti ed eravamo così sporchi che ci era interdetta la sala d'aspetto di terza classe. Quando gli "Albanesi eravamo noi", ci pesavano addosso secoli di fame, ignoranza, stereotipi infamanti. Quando gli "Albanesi" eravamo noi, era solo ieri. La ricostruzione di Gian Antonio Stella, ricca di fatti, personaggi, aneddoti e documenti, svela finalmente l'altra faccia della grande emigrazione italiana, con le sue tragedie e i suoi lati oscuri, con i pregiudizi e le discriminazioni subite. Quella che abbiamo rimosso per ricordare solo gli "zii d'America" arricchiti e vincenti. Un libro indispensabile per non dimenticare come l'arrivo dei nostri emigrati, coi loro fagotti, le loro donne e i loro  bambini, venisse accolto dai razzisti locali: con lo stesso urlo che oggi campeggia sui nostri muri. Lo stesso urlo, la stessa parola. Orda.

In edizione Rizzoli dall'Ottobre 2002

Campanaelefante.com

Link correlati al tema della diaspora italiana:

http://www.cyberitalian.com/html/gal_3.htm

http://cronologia.leonardo.it/storia/mondiale/austr001.htm

http://didattica.spbo.unibo.it/pais/bonaldi/causas/politicaita.htm

http://www.italplanet.it/interna.asp?sez=143&info=6629

http://members.aol.com/noeparis/223_01.html

http://www.oltreconfine.de/ottobre02/main5.2.htm

 

Commenti
Nuovo Cerca
Commenta
Nome:
Email:
 
Titolo:
UBBCode:
[b] [i] [u] [url] [quote] [code] [img] 
 
 
:):grin;)8):p:roll:eek:upset:zzz:sigh:?:cry
:(:x
 
Please input the anti-spam code that you can read in the image.

3.25 Copyright (C) 2007 Alain Georgette / Copyright (C) 2006 Frantisek Hliva. All rights reserved."

 
< Prec.   Pros. >
Storia di Campana
storia_di_campana
L'Elefante di Campana
campanaelefante
Vocabolario Campanese
vocabolario_campanese
Arte & Cultura Campanese
Didattica
didattica
La Campana d'Oro
premio_campana_doro
La Banda Musicale
banda_musicale_2
Libri
libri
Premio Web Master
premio_webmaster_campanaelefante