Home arrow Notizie arrow Ultime arrow Uscito il nuovo Album di Arangara  
venerdý 17 novembre 2017
Firma il Guestbook
Benvenuti
benvenuti2 bienvenue2 welcome2 willkommen2 bienvenidos2
Menu principale
Home
L'Autore del Portale
Lo Staff Campanaelefante
Collabora anche tu
Contattaci
Guestbook
Avvisi agli utenti
Collegamenti web
Fotogallery
Videogallery
Cerca
Download
Utenti Online
Abbiamo 2 visitatori online

Visitor Stats
Uscito il nuovo Album di Arangara Stampa E-mail
Valutazione utente: / 0
ScarsoOttimo 
Scritto da Petrungaro   
album_arangara Uscito il nuovo Album di Arangara
29 Febbraio - Cari amici, dopo il primo album "L'albero" del 2005, è uscito il nuovo album di Arangara. Arangara nasce come progetto personale dell'amico e cantautore di origine calabrese Gianfranco Riccelli, che nella primavera del 2005 decide di incidere 14 degli svariati brani scritti nel corso della sua vita, dando così vita all'omonimo album: Arangara, appunto. Arangara racchiude una sintesi dell'espressione artistica di Gianfranco Riccelli, la quale si sviluppa con racconti intrisi delle più intime e genuine tradizioni della sua terra di origine, alla quale tutti i suoi figli, ma ancor di più quelli che sono costretti a lasciarla, come è stato per Gianfranco, sono legati da un malinconico affetto morboso che li accompagna lungo il corso della loro vita. 
 
Gianfranco Riccelli con questa sua opera si ricollega al panorama della storia narrata, non la grande storia dei grandi avvenimenti, ma quella trasmessa oralmente dalla saggezza dei vecchi, musicando antichi versi che narrano la dura vita dei paesi nascosti della Calabria e che solo gli occhi che sanno guardare riescono a cogliere ed a capire. Ma non solo queste sono le influenze del prodotto artistico di Riccelli. Sono infatti facilmente riscontrabili i tratti della tradizione cantautorale soprattutto italiana, che mescolata alle influenze della musica popolare dell'Italia meridionale, crea un'amalgama coinvolgente e trascinante, fatta di scenari di volta in volta differenti fra loro, ma legati sempre da un filo conduttore comune: la narrazione in forma di poesia/canzone di singoli eventi che hanno il sapore dei racconti affascinanti e antichi, delle fiabe raccontate dai nonni, e dai quali partire per trovare dei messaggi che inevitabilmente si riversano nella nostra vita attuale. Molto di quel fascino del quale sono piene le canzoni è dato dalla loro efficace veste musicale, frutto anch'essa del nostro autore.
 
In seguito all'uscita del disco l'amalgama fra la tradizione popolare e la "musica moderna" ha trovato un più concreto riscontro nella realizzazione di quella che si rivela essere un'evoluzione spontanea e a tratti "sperimentale" dell'iniziale progetto solistico. Difatti attualmente Gianfranco Riccelli si avvale, nella presentazione della sua opera, della collaborazione di altri cinque musicisti, in modo da formare una vera e propria band. I nuovi componenti provengono da svariate e fra loro differenti esperienze musicali e il loro incontro, nato quasi per caso (con l'esperienza dell'"ECU: Emirati Calabri Uniti"), sta diventando un progetto curato e organico di "Incrocio" fra antico e moderno.
 
arangara_ Il batterista, Manuel Franco, e il bassista, Giuseppe Licciardi, vengono dalla comune esperienza fatta nel gruppo dei Rosaluna, band di etno-rock con la quale hanno inciso, il primo, tre album: "Incrocio", l'omonimo "Rosaluna" e quello successivo "Musicomio", nel quale ultimo compare anche il bassista, entrato nella formazione nell'ottobre 2003. I due per qualche anno hanno girato l'Italia con la loro band e i loro compagni d'avventura (Marco Ambrosi e Pasquale Nigro), finché per vicissitudini sia personali che legate alla precarietà del mondo della musica indipendente hanno dovuto abbandonare il progetto. Manuel Franco, oltre a suonare ora negli Arangara, è impegnato anche con collaborazioni con il "Parto delle nuvole pesanti". Franco, inoltre, con gli ex componenti dei Rosaluna, Nigro e Ambrosi, fa parte anche del progetto etno-world "The Sazizz' trio" sotto lo pseudonimo di "Ruben", con il quale ha inciso nel 2005 l'omonimo album. In questa formazione, in occasione delle travolgenti esibizioni live, ha avuto occasione di partecipare sia Giuseppe Licciardi, ma ancor di più un altro dei componenti degli Arangara: il percussionista Roberto Simina, grande amico di sempre dei Rosaluna/Sazizz' trio, che con i suoi tamburelli ha dato un grosso contributo al festoso impatto live del funambolico "trio allargato".
 
A testimonianza della mescolanza musicale che fa da fondamento al nuovo progetto Arangara, c'è da parlare ancora degli altri due componenti del gruppo: Cesare Vitale e Frabrizio Cariati. Entrambi provenienti dalla comune esperienza fatta nella band di crossover "Massa Furtiva", con la quale hanno inciso e pubblicato nel 2005 l'omonimo demo mini cd, composto da sei infuocati brani caratterizzati, oltre che dalla solida sezione basso/batteria Minisci/Stalteri, dagli inconfondibili fraseggi funky blues del chitarrista Vitale e dai forti testi in italiano/calabrese a sfondo sociale e politico del cantante Cariati, resi ancora più incisivi dal suo singolare modo di interpretarli in chiave rap. Tutto questo fa parte ora di "Arangara", punto d'incontro e di sintesi di mondi apparentemente molto distanti fra loro, ma che sono, insieme, la forza stessa del progetto, perchè uniti da un unico collante, che è l'appartenenza alla stessa terra d'origine, la cui essenza trova espressione nei testi di Gianfranco e nella musica suonata dal gruppo. Gianfranco, Manuel, Giuseppe, Roberto, Cesare e Fabrizio. Sei calabresi, ognuno con una storia diversa, ma tutti e sei alla ricerca di una comune storia nuova: gli ARANGARA.
 
"Io vissi un tempo in un paese molto povero...
Ragazzi che non avevano niente altro che i giocattoli della natura: le forme che scoprivano nelle piante, nei fiori, nei frutti...
I nostri tesori erano chiodi, bottoni, ciottoli del fiume, palline di vetro...dopo, fra quante cose ebbi mai, niente fu tanto mio. Se dovunque l'infanzia e l'adolescenza sono la primavera del mondo, in paesi come questi formano la stagione incantata. Qui i ragazzi percorrono gloriosamente le feste e le stagioni. Un campo arato da poco, i germogli di grano accarezzati dal vento, l'ombra delle grandi querce, le siepi di more, gli ulivi, i fichi d'India, gli ARANCETI, il canto delle cicale, le lucciole nella notte quieta, le masserie, le povere case e le persone del borgo.
Tutto sentivo che mi apparteneva e che era dentro di me."
 
 
 Arangara è ora anche su Myspace, clicca su:

http://www.myspace.com/arangara2005

--------------------------------------------------------------------------------- 
 
Sentiti ringraziamenti all'amico Gianfranco Riccelli e a tutto lo staff di Arangara per la gentile fornitura del materiale redazionale e per la grande generosità e cortesia e per avermi inviato tempestivamente il nuovo CD "Arangara"
Sinceri auguri e complimenti
 
Carmine F. Petrungaro
 
Campanaelefante.com 
-------------------------------------------------------------------------------- 
 
Guarda il videoclip sottostante:
  
 
 Commenta questo articolo nel riquadro sottostante:  
Commenti
Nuovo Cerca
Commenta
Nome:
Email:
 
Titolo:
UBBCode:
[b] [i] [u] [url] [quote] [code] [img] 
 
 
:):grin;)8):p:roll:eek:upset:zzz:sigh:?:cry
:(:x
 
Please input the anti-spam code that you can read in the image.

3.25 Copyright (C) 2007 Alain Georgette / Copyright (C) 2006 Frantisek Hliva. All rights reserved."

 
< Prec.   Pros. >
Storia di Campana
storia_di_campana
L'Elefante di Campana
campanaelefante
Vocabolario Campanese
vocabolario_campanese
Arte & Cultura Campanese
Didattica
didattica
La Campana d'Oro
premio_campana_doro
La Banda Musicale
banda_musicale_2
Libri
libri
Premio Web Master
premio_webmaster_campanaelefante