Home  
lunedì 23 ottobre 2017
Firma il Guestbook
Benvenuti
benvenuti2 bienvenue2 welcome2 willkommen2 bienvenidos2
Menu principale
Home
L'Autore del Portale
Lo Staff Campanaelefante
Collabora anche tu
Contattaci
Guestbook
Avvisi agli utenti
Collegamenti web
Fotogallery
Videogallery
Cerca
Download
Imposta come Homepage
 Aggiungi ai Preferiti
 Imposta come Homepage
Utenti Online

Random Flickr Images
Area Informativa
Comune di Campana (CS)
Asmenetcalabria
 
Articoli più recenti
Ultimi commenti
Random Fotogallery

Centro Storico

Centro Storico

Via Bizantina, Canyon e Fiume Nica

Centro Storico

Campana e il Territorio di Oggi

Centro Storico

Torre dell'Orologio

Via Bizantina, Canyon e Fiume Nica

Campana e il Territorio di Oggi

Campana e il Territorio di Oggi

Via Bizantina, Canyon e Fiume Nica

Campanesi

Incavallicata - L'elefante di Campana

Centro Storico

Campanesi
Archivio Articoli
archivio
Giornali del Sud
giornalidelsud
Tg3 Calabria
telegiornale
Campanaelefante premiato
sito_premiato  
Pubblicità
 newagricalannounce
autoscuola___migliarese
 
lagardenia
conad_campana
Ricette
Il Browser più adatto
Questo  Portale è stato ottimizzato per i browser Firefox e Internet Explorer 7
firefox3
ie7
Your IP
Dein System:

Deine IP: 54.81.73.2
Dein ISP: amazonaws.com
Visitor Stats
Advertisement
Video - I Canestri di Campana E-mail
Scritto da Carmine F. Petrungaro   
 Video - I Canestri di Campana - Antichi mestieri in via d'estinzione. La divulgazione delle tradizioni popolari di Campana, attraverso i suoi testimoni, continua il suo cammino. I canestri sono tra tanti altri suppellettili casalinghi i primi elementi pratici, che hanno dato inizio a quel corredo di utensili per i bisogni di una famiglia campanese. Essi venivano storicamente utilizzati non solo per decorare le case. La tradizione dei canestri a Campana sebbene non sia più diffusa come nel secolo scorso, rappresenta ancora un vecchio legame culturale, attaccato al folklore locale e ai ricordi storici del popolo di Campana. Il loro utilizzo oggi è rimasto puramente decorativo. Nel secolo scorso la loro funzione era specifica. Ad esempio ci si avviava con un canestro sul capo, pieno di vettovaglie, per portare da mangiare a coloro che lavoravano sui campi.
 
 
 
 Oppure si riempivano di ogni ben di Dio, per i fidanzamenti, per battesimi, comunioni ecc. La produzione di canestri e altri oggetti di intreccio, fa parte di un artigianato molto antico. Forse dobbiamo tornare a ritroso nel tempo. Dagli antichi Greci o Romani e prima di loro ai popoli italici? Quali erano i disegni, i simboli e i colori che vi si applicavano e, quale il loro utilizzo da parte dei nostri antenati in tempi remoti? Si pensava solo al cibo, oppure la loro funzione era anche di  carattere pagano? Possiamo pensare che l'uomo, da sempre, abbia avuto necessità di contenitori per introdurvi diversi materiali di casa o cibo e frutti che raccoglieva. Da ciò la necessita di intrecciare arbusti e materiali di qualsiasi genere per costruire un contenitore. I primi intrecci saranno stati sicuramente molto semplici e senza decorazioni. L'arte dell'intreccio si è tramandava verbalmente e visivamente da mamma a figlia. Qui bisogna sottolineare che era un mestiere da donne. In Calabria era abbastanza diffuso e in occasione delle feste locali se ne producevano in grandi quantità. Tutto iniziava con la mietitura del grano, anch’essa un antico mestiere. Con la trebbiatura si staccavano le spighe dallo stelo, con l’ausilio di bastoni o con grandi sassi trascinati da muli. Rimanevano infatti solo gli steli. Questi venivano poi colorati in grandi pentoloni per essere dopo usati per l’intreccio di canestri. Tutta la sua produzione veniva indicata nel gergo locale con "fare u rastucciu". Era proprio bello stare alla “ruga” e pulire il “rastuccio” aiutandosi tra vicini. Un esempio di vita condivisa, collettiva. Lavorare insieme, chiacchierando, raccontandosi storie. Purtroppo parliamo di un anticho mestiere, che non si tramanda più in tutte le famiglie. Come per tutti gli antichi mestieri abbandonati e dimenticati, c'e' il rischio, infatti, che un domani nessuno sappia più produrre questi canestri. Se le cose continueranno di questo passo, nei prossimi anni molti lavori manuali dell'artigianato saranno a rischio d'estinzione. Il problema è di carattere generazionale. I giovani non mostrano interesse e saperi e conoscenza antichi cedono il passo ad altri tipi di hobby del mondo moderno. Le associazioni culturali, le scuole dovrebbero interessarsi ed avviare iniziative e corsi a livello locale.
 
Invito tutte le mamme e i nonni ad insegnarlo ai loro figli e nipoti. Tramandiamo i nostri antichi mestieri, le nostre tradizioni popolari. Io stesso li ho usati per il mio fidanzamento. Ho voluto premeditatamente sottolineare con questo gesto, quanto sia importante vivere le nostre tradizioni e la nostra identità e cultura. I miei canestri erano enormi e ciascuno di essi conteneva dei doni simbolici per la fidanzata, cioè la mia cara moglie Laura. Forse sono stato l'ultimo Mohicano di Campana a fare un gesto così radicato nel tempo dei nostri avi. Mi sono avviato da casa nostra verso la casa della mia futura sposa, con tutta la mia famiglia, genitori e fratelli, compresa mia nonna. Ognuno di loro portava un canestro. Io portavo quello con gioielli e confetti. La gente guardava con occhi sgranati, come se avesse dimenticato le proprie tradizioni. Sono orgoglioso di averlo fatto e ne vado fiero quando altri Campanesi e Calabresi seguono ancora il sentiero delle tradizioni. Vedi pure i Calabria Logos. Loro raccontano e decantano le nostre vite, le nostre peculiarità, le tradizioni e la cultura dei tempi che furono.
 
Ringrazio zia Virginia Scafoglio per la gentile disponibilità e il tempo dedicatomi e i Calabria Logos per la gentile concessione del brano musicale "Ti rivigli", tratto dall'album Seculu Brigante.
 
Carmine F. Petrungaro
 
Campanaelefante.com
 
 
 

Commenti
Nuovo Cerca
Alberto Lautieri   |2015-04-18 17:33:08
La storia,l'arte, le tradizioni,i mestieri,sono ricchezza per i popoli. Facciamo si che tutto
cio' non vada perso... Campana non puo' dissipare tutto questo patrimonio che i nostri avi ci
hanno lasciato. Agli amministratori locali ai quali è dato il compito gestionale delle risorse
economiche/sociali l'augurio di grande sensibilità ed interesse in tale direzione.
Elisabetta Gentile   |2014-01-31 09:47:58
Sei mitico. Mi ricordo anch' io delle nostre tradizioni!!!! bellissimo e emozionante....
Carlo Grillo   |2014-01-29 09:25:35
Grazie Amico per aver scelto, ancora una volta, una musica di Calabria Logos...
Maria Tridico Madera   |2014-01-30 00:48:07
Io ne possiedo qualcuno e li conservo gelosamente, come conservo tutto quello che mi ricorda le
tradizioni oggi scomparse... quanti bei pomeriggi ho passato durante la mia fanciullezza, a
pulire il rastuccio, alla ruga con le "zie" vicine di casa...le donne facevano i
canestri e i bambini si divertivano a gareggiare a chi "annettava" piu' mazzi...a
quanti di voi mancano quei tempi ....a me da morire!!!
Antonio Grillo   |2015-04-18 17:34:32
una vera opera d'arte... bravo Carmine che stai attento a tutto ciò che è bello....
Caterina Azzinnaro   |2014-01-26 16:09:25
anch'io ho alcuni canestri che mi ricordano i bei tempi quando mia nonna passava ore a
intrecciarli... grazie Carmine Petrungaro per averci riportato per un momento indietro con i
ricordi
Caterina Tridico   |2015-04-18 17:35:06
Bellissimiiiii....anch'io ne ho ricevuti in dote e poi anche da mia suocera e li custodisco con
cura! Vi stupirà ma da ragazzina avevo imparato anch'io a farli, come maestra una delle mie
zie preferite felice serata,! Carmine Petrungaro un grazie di cuore x ricordarci i bei tempi di
una volta e le nostre bellissime tradizioni!
Enrica Tebaldi   |2015-04-18 17:35:43
E' così che i popoli non muoiono e arricchiscono coloro che vengono dopo.Evolversi non vuol
dire cancellare il passato anzi è un capolavoro di fusione. Mi dispiace dirlo ma a Campana non
si è tenuto conto del grande tesoro da affiancare alla modernità e regalare ai giovani.
Bellissima idea, mi auguro che altri facciano lo stesso.
Commenta
Nome:
Email:
 
Titolo:
UBBCode:
[b] [i] [u] [url] [quote] [code] [img] 
 
 
:):grin;)8):p:roll:eek:upset:zzz:sigh:?:cry
:(:x
 
Please input the anti-spam code that you can read in the image.

3.25 Copyright (C) 2007 Alain Georgette / Copyright (C) 2006 Frantisek Hliva. All rights reserved."

 
< Prec.   Pros. >
Ora e Data
Fuso Orario
I giorni in campanese
Lunedì - Dhuni
Meteo di Campana
Alba e Tramonto
07:2612:5218:17
Comune di Campana (CS)
AC Campana Calcio

 
Campana - Calopezzati 6:0 Dom. 19 marzo 2017. - Ultime due Partite: Fedula Sport E Social - Campana 3:4 Dom. 26 marzo 2017... Campana - Torretta 0:0 Dom. 2 aprile.
 
Fase Lunare
"Crescente (falce)"
La Luna è "Crescente (falce)"
WebCam Camigliatello
webcam
Storia di Campana
storia_di_campana
L'Elefante di Campana
campanaelefante
Vocabolario Campanese
vocabolario_campanese
Fiera della Ronza
Arte & Cultura Campanese
Didattica
didattica
La Campana d'Oro
premio_campana_doro
La Banda Musicale
banda_musicale_2
Libri
libri
Premio Web Master
premio_webmaster_campanaelefante
Amici
lucianobovinaphotographer
luoghi_misteriosi
calabrialogos
giuseppe_lerose
arangara_
salviamocampanaonlus
antonello_tridico
Università della Calabria
Campana (CS) Club