Home  
venerdý 15 novembre 2019
Firma il Guestbook
Benvenuti
benvenuti2 bienvenue2 welcome2 willkommen2 bienvenidos2
Menu principale
Home
L'Autore del Portale
Lo Staff Campanaelefante
Collabora anche tu
Contattaci
Guestbook
Avvisi agli utenti
Collegamenti web
Fotogallery
Videogallery
Cerca
Download
Imposta come Homepage
 Aggiungi ai Preferiti
 Imposta come Homepage
Utenti Online

Random Fotogallery

La Santa Pasqua

Suggestioni dal piccolo Mondo di Campana

Suggestioni dal piccolo Mondo di Campana

Campana e il Territorio di Oggi

Campana e il Territorio di Oggi

Campana e il Territorio di Oggi

Campana e il Territorio di Oggi

Campanesi

Centro Storico

Centro Storico

Via Bizantina, Canyon e Fiume Nica

Via Bizantina, Canyon e Fiume Nica

Campana e il Territorio di Oggi

Centro Storico

Le cose che non vorremmo vedere a Campana
Area Informativa
Comune di Campana (CS)
Asmenetcalabria
 
Articoli pi├╣ recenti
Ultimi commenti
Archivio Articoli
archivio
Giornali del Sud
giornalidelsud
Tg3 Calabria
telegiornale
Campanaelefante premiato
sito_premiato  
Pubblicità
 newagricalannounce
autoscuola___migliarese
 
lagardenia
conad_campana
Ricette
Il Browser pi├╣ adatto
Questo  Portale è stato ottimizzato per i browser Firefox e Internet Explorer 7
firefox3
ie7
Your IP
Dein System:

Deine IP: 3.233.226.151
Dein ISP: amazonaws.com
Campana (CS) Club
Advertisement
Video - Festa della Transumanza a Perticaro - Umbriatico (KR)
Scritto da Carmine F. Petrungaro   
sabato 26 ottobre 2019

Video - Festa della Transumanza a Perticaro - Umbriatico (KR) - 6 Luglio 2019. Fra giugno e luglio, grandi mandrie di mucche podoliche si spostano verso gli altopiani, dove resteranno fino alla fine dell'autunno, sin quando si farà la transumanza di ritorno verso le aree più calde. La transumanza in Calabria ha una lunga storia, che si perde nei tempi delle prime civiltà di guerrieri-pastori bruzi ed enotri. Greggi e mandrie si muovono da migliaia di anni, percorrendo centinaia di chilometri attraverso montagne e vallate. Con le prime fasi di maltempo autunnali, i pastori lasciano la Sila, il Pollino e l’Aspromonte e si spostano verso le zone più calde, dove si fermeranno fino al mese di giugno, quando la nuova stagione permetterà loro di ritornare verso gli altopiani, in cerca di pascoli verdi. La transumanza è stata per secoli un fenomeno non solo politico-economico, ma anche sociale, che ha plasmato profondamente il nostro territorio. Facendo rivivere questa antica testimonianza di cultura popolare della pastorizia, possiamo recuperare il filo conduttore con il nostro passato e sostenere l’economia locale.

 

Per la valorizzazione del nostro territorio e del suo patrimonio storico-culturale, il recupero degli antichi tratturi calabresi e la transumanza sono entrati nell’ottica di nuove iniziative turistiche. A tal fine, il Comune di Umbriatico, ha lanciato nell’estate del 2019, presso Perticaro, la tradizionale FESTA DELLA TRANSUMANZA. Il 6 luglio, prima di mettersi in cammino verso l’altopiano della Sila, si è ripetuto in località Palleca, l’appuntamento con l’antico rituale di incampanamento delle mucche podoliche e il rituale del sale esorcizzato contro il malocchio. In seguito, la mandria si è messa in cammino sul sentiero della transumanza, fino a giungere in località Passo, proseguendo il giorno dopo sui tratturi antichi della Sila. Nell’ambito dell’evento, si è tenuto a Perticaro il convegno tematico: “La Podolica al centro dello sviluppo economico, sociale, ambientale”. Durante la serata è stata offerta la degustazione di piatti con carne podolica, accompagnata dal buon vino locale e musica.

Si ringraziano per la gentile collaborazione e per l’accoglienza il Sindaco di Umbriatico, Pietro Greco, inoltre tutto lo staff e famiglia dell’Azienda Greco, il Consigliere Massimo Pisani e tutti i cittadini del Comune di Umbriatico e di Perticaro.

Sono interventi durante il convegno: Umberto Lorecchio, Sindaco di Pallagorio, Giuseppe Cozza, Sindaco di Verzino, Natale Carvello, Presidente del GAL Kroton, Franco Barretta, Presidente dell’APZ della Calabria e Francesco Foti, Facoltà di Agraria dell’Università di Reggio Calabria.

Carmine F. Petrungaro

Si dice che nei tempi antichi, quando Roma era ancora un piccolo villaggio di capanne, la Calabria era già conosciuta come Italia, “terra di tori e vitelli”. I coloni greci chiamavano le popolazioni della costa jonica Italoi o Vituli. Erano guerrieri-pastori temuti, ma praticavano anche la pastorizia e la transumanza. Il toro era il loro animale totem, sacro e divinizzato. La tradizione ha attraversato i millenni. Il filo conduttore con il passato non si è mai spezzato. La Calabria è ancora terra di tori, di vitelli e di transumanza. 

Commenti
Nuovo Cerca
Commenta
Nome:
Email:
 
Titolo:
UBBCode:
[b] [i] [u] [url] [quote] [code] [img] 
 
 
:):grin;)8):p:roll:eek:upset:zzz:sigh:?:cry
:(:x
 
Please input the anti-spam code that you can read in the image.

3.25 Copyright (C) 2007 Alain Georgette / Copyright (C) 2006 Frantisek Hliva. All rights reserved."

 
Pros. >
Ora e Data
Fuso Orario
I giorni in campanese
Venerd├Č - Venniri
Meteo di Campana
Alba e Tramonto
07:5112:5217:53
Comune di Campana (CS)
Fase Lunare
"Calante (gobba)"
La Luna Ŕ "Calante (gobba)"
Storia di Campana
storia_di_campana
L'Elefante di Campana
campanaelefante
Vocabolario Campanese
vocabolario_campanese
Fiera della Ronza
Arte & Cultura Campanese
Didattica
didattica
La Campana d'Oro
premio_campana_doro
La Banda Musicale
banda_musicale_2
Libri
libri
Premio Web Master
premio_webmaster_campanaelefante
Amici
lucianobovinaphotographer
luoghi_misteriosi
calabrialogos
giuseppe_lerose
arangara_
salviamocampanaonlus
antonello_tridico