Video - Processione di San Rocco a Cariati
Scritto da Petrungaro   
Processione San Rocco a Cariati (CS) - Come in tutta la Calabria, anche a Cariati sono molto diffuse le manifestazioni religiose. Ricordiamo in particolare la festa di San Rocco, che sie tiene il 16 Agosto con processione in mare, con il Santo sopra una "paranza" (peschereccio locale). La processione è seguita da tutti i motopescherecci e barche, che la accompagnano lungo la costa, dove al tramonto i numerosi turisti, che affollano Cariati e S. Cataldo (Campana Beach), si radunano per ammirare gli spettacolari fuochi pirotecnici che vengono esplosi in onore del Santo...

Cenni storici e diffusione del Culto di San Rocco (fonte Wikipedia): San Rocco de la Croix, nato il 1348 a Montpellier, è stato un santo francese, venerato dalla Chiesa cattolica come protettore dei pellegrini, degli appestati e più in generale dei contagiati, dei farmacisti, dei becchini (in alcuni luoghi pure dei lavoratori delle pelli). Patrono di numerose città e paesi, è il santo che ha il maggior numero di luoghi di culto dedicati, a livello mondiale. San Rocco venne invocato come santo già nel 1414, durante il Concilio di Costanza. Nel 1584 ne venne sancita la canonizzazione, per la fondatezza e rilevanza del suo culto, già da tempo esistente (per San Rocco non venne mai tenuto un processo di canonizzazione, procedura che fu definitivamente istituzionalizzata solo col Concilio di Trento). Papa Gregorio XIII ne fissò la sua festa al 16 agosto. Come citato, venne ricordato con Ufficiatura Liturgica propria quale appartenente ai Terziari francescani, anche se alcune non ancora provate tesi sulla sua "francescanità" pare affermino che essa sia dovuta all'azione dei religiosi francescani, appunto, che ne diffusero il culto sia su richiesta della Corte del Regno delle Due Sicilie (alcuni Borboni furono guariti per sua intercessione) che per mandato di Pontefici provenienti dall'Ordine dei Minori.
 
Le confraternite intitolate a San Rocco (a cominciare dall'Arciconfraternita Scuola Grande di Venezia, che ne custodisce il corpo), iniziarono ad essere istituite dalla seconda metà del '400 e si occuparono tra l'altro anche della sepoltura dei cadaveri abbandonati durante le epidemie. Quella di Roma dal 1556 ha il titolo di Arciconfraternita (decreto di Papa Paolo IV) con la facoltà di aggregare altre confraternite omonime. Nella sua chiesa, per volontà di Papa Clemente VIII, dal 1575 è custodita l'Insigne Reliquia di una porzione d'osso del braccio destro di San Rocco, reliquia oggi pellegrina al pari di altre reliquie conservate in altre località, reliquie che vengono recate, su richiesta, presso le comunità che venerano San Rocco ed intendono onorarne i resti. Come detto sopra, la principale Reliquia insigne di san Rocco resta quella custodita nella chiesa parrocchiale di San Rocco di Voghera, che ne custodì il corpo fino alla fine del '400 quando fu portato a Venezia. Voghera rimane comunque il centro da cui si sviluppò il culto del santo pellegrino di Montpellier, la cui celebrazione è attestata a partire dalla fine del '300 (il primo e più antico documento al mondo, attualmente disponibile, in cui se ne parli, è lo statuto comunale vogherese di quel tempo).
 
Vista della spiaggia di San Cataldo di Cariati durante la processione in mare

Guarda il Video sottostante, girato nel 2007 a San Cataldo di Cariati (Campana Beach)
 
 

  A cura di Carmine Petrungaro
Campanaelefante.com
Commenti
Nuovo Cerca
pasquale   |2008-10-17 03:57:06
acomplimenti Carmine, un video stupendo...
Commenta
Nome:
Email:
 
Titolo:
UBBCode:
[b] [i] [u] [url] [quote] [code] [img] 
 
 
:):grin;)8):p:roll:eek:upset:zzz:sigh:?:cry
:(:x
 
Please input the anti-spam code that you can read in the image.

3.25 Copyright (C) 2007 Alain Georgette / Copyright (C) 2006 Frantisek Hliva. All rights reserved."