Home  
mercoledý 28 luglio 2021
Firma il Guestbook
Benvenuti
benvenuti2 bienvenue2 welcome2 willkommen2 bienvenidos2
 
Youtube: Nuovo video sul canale di Carmine F. Petrungaro. "Tra Campana e Scala Coeli", documentario | storia. Buona visione
 
Menu principale
Home
L'Autore del Portale
Lo Staff Campanaelefante
Collabora anche tu
Contattaci
Guestbook
Avvisi agli utenti
Collegamenti web
Fotogallery
Videogallery
Cerca
Download
Utenti Online

Random Fotogallery

Campanesi

Impianti fotovoltaici

Campana e il Territorio di Oggi

Campana e il Territorio di Oggi

Campana e il Territorio di Oggi

Campana e il Territorio di Oggi

Campana e il Territorio di Oggi

Incavallicata - L'elefante di Campana

La Santa Pasqua

La Santa Pasqua

Via Bizantina, Canyon e Fiume Nica

Campana e il Territorio di Oggi

Campana e il Territorio di Oggi

Centro Storico

Incavallicata - L'elefante di Campana
Area Informativa
Comune di Campana (CS)
Asmenetcalabria
 
Fiera della Ronza
Articoli pi├╣ recenti
Ultimi commenti
La Campana d'Oro
premio_campana_doro
Premio Web Master
premio_webmaster_campanaelefante
Archivio Articoli
archivio
Giornali del Sud
giornalidelsud 
Tg3 Calabria
telegiornale
Your IP
Dein System:

Deine IP: 35.175.191.36
Dein ISP: amazonaws.com
Advertisement
Palmenti in Miniatura
Scritto da Carmine F. Petrungaro   
mercoledý 28 ottobre 2020

Palmenti in Miniatura - Qualche anno fa, mentre camminavo in mezzo alla fitta vegetazione su un cocuzzolo, a caccia di scatti fotografici, feci una scoperta della quale rimasi molto colpito. Nel territorio del Comune di Campana, in provincia di Cosenza (località "omissis"), mi imbattei in uno strano masso calcarenitico, dalle dimensioni di circa 1,5 metro di lunghezza per 1 m di altezza. A prima vista mi parve modellato dalla natura, ma come ho poi potuto constatare da vicino, la superficie della pietra presentava in molti punti scolpiture geometriche di forma quadrata e rettangolare di circa 10-30 cm, inoltre diversi segni lineari e cavità di varie dimensioni. Come è risaputo, il territorio campanese è ricco di tali formazioni rocciose, piene di mistero. Ovunque troviamo tracce del passaggio umano, lasciate sulla roccia. Campana è nota soprattutto per i suoi "Giganti di Pietra", detti dell'Incavallicata o anche Elefante di Campana. In questo caso, a mio parere, il masso potrebbe far parte di un complesso dedicato ad un antichissimo culto, oppure di un'antica pratica quotidiana di epoca non definita. Sembrerebbe essere un palmento rupestre in miniatura, come quelli scolpiti in epoca brettia, romana e bizantina. Per una collocazione storica, comunque, andrebbe fatta una verifica più attenta da parte di un esperto. La domanda sorge spontanea: chissà chi e quando ha scolpito quelle forme geometriche e perché in miniatura? 

Sono sicuro che quel masso sia stato lavorato dall'uomo. La natura non c'entra. Dai licheni che vi crescono sopra, possiamo capire che si tratta di una lavorazione molto vecchia. I fori sono troppo lineari e geometrici. Scostando il velo del tempo, posso intuire che si tratta di un pezzo di storia antica. Qui potremmo trovarci davanti ad una specie di palmento in miniatura, adibito ad uso diverso da quello classico. Forse serviva per la spremitura di qualche frutto di bosco, dal quale si ricavava un pigmento per la colorazione di tessuti o una sostanza a scopo officinale? Si distinguono chiaramente i rettangoli equilateri che, probabilmente fungevano da vaschette, comunicanti tra loro, attraverso un'apertura a canaletta di scolo. Quale delle vaschette servisse per la spremitura o pigiatura dei materiali solidi e, quale alla raccolta dei liquidi, sarebbe da verificare con l'ausilio della prova del Carbonio-14 (14 C). Temo però, che non basterebbe la prova del Carbonio-14 da sola, data la contaminazione millenaria dovuta all'erosione. Questo tipo di esame ci fornirebbe soltanto l'età della roccia stessa e non quella della sua scolpitura. Quindi sarebbe necessario trovare anche dei materiali organici, dovuti alle "da me" così presunte spremiture. Cioè qualunque cosa che sia ben conservata e databile. La risposta a questo mistero, può arrivare dall'intervento di storici e archeologi "in sito". Non esito a dirlo e ne sono quasi certo che, forse ci troviamo davanti all'ennesima prova storica di una certa portata, nel territorio di Campana. Con questo vi ho anticipato la mia teoria sul mistero di questo masso. Non mi stancherò mai di ripeterlo che, non basta semplicemente seguire uno schema di idee ortodosse, dettate da impostazioni accademiche. L'intuito a volte può essere molto utile. Bisogna immaginare di viaggiare nel passato ed entrare in empatia con coloro i cui passi si stanno ripercorrendo, capire come ragionavano. Togliere il velo del tempo, è come entrare in uno scantinato segreto, trovarvi un vecchio baule e lasciare che la storia ne venga fuori. Foto scattata durante l'escursione di agosto 2015.

- Carmine F. Petrungaro -


 

Commenti
Nuovo Cerca
Commenta
Nome:
Email:
 
Titolo:
 
:angry::0:confused::cheer:B):evil::silly::dry::lol::kiss::D:pinch:
:(:shock::X:side::):P:unsure::woohoo::huh::whistle:;):s
:!::?::idea::arrow:
 
Please input the anti-spam code that you can read in the image.

3.25 Copyright (C) 2007 Alain Georgette / Copyright (C) 2006 Frantisek Hliva. All rights reserved."

 
< Prec.   Pros. >
Fuso Orario
I giorni in campanese
Gioved├Č - Juovi
Alba e Tramonto
06:0413:1420:23
Comune di Campana (CS)
L'Elefante di Campana
campanaelefante
Storia di Campana
storia_di_campana
Vocabolario Campanese
vocabolario_campanese
Arte & Cultura Campanese
Didattica
didattica
La Banda Musicale
banda_musicale_2
Libri
libri
Amici
lucianobovinaphotographer
luoghi_misteriosi
calabrialogos
giuseppe_lerose
arangara_
salviamocampanaonlus
Pubblicità
lagardenia
conad_campana